Torna a forumpa.it

Speakers

Monica Parrella

Parrella
Direttrice generale responsabile delle Risorse Umane del Ministero dell’Economia e delle Finanze e Adjunt Professor presso la Business School dell’Università  LUISS  Guido Carli di  Roma.
Dal 2013 al 2018 è stata direttrice generale dell'Ufficio per gli interventi in materia della parità e delle pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. 
All’inizio della sua carriera ha lavorato presso la Banca d'Italia ed ha poi svolto, in qualità di dirigente nei ruoli della Presidenza del Consiglio dei Ministri, le funzioni di direttrice generale presso il Gabinetto del Ministro per la Funzione Pubblica e di Capo dell’Ufficio legislativo del Ministro per l'attuazione del programma di Governo. 
Laureata con lode in Giurisprudenza, ha conseguito un dottorato di ricerca in Diritto della banca e dei mercati finanziari. E’ stata componente per l’Italia del management board  dell’Istituto Europeo per l’eguaglianza di genere  fino al 2018 e ha rappresentato l’Italia dal 2013 al 2018 presso le istituzioni internazionali nelle negoziazioni concernenti i temi  delle pari opportunità e della parità di genere 
 

Questo relatore nel programma congressuale

giovedì, 14 Novembre 2019

14:30
17:00

Donne e sfide per il futuro[co.19]

Sala:

L'andamento dell'occupazione femminile meridionale ha subito un duro contraccolpo durante gli anni della crisi: tra il 2008 e il 2014 le giovani donne del Sud, tra 15 e 34 anni, hanno perso oltre 194 mila posti di lavoro. E la forbice con le regioni europee continua ad allargarsi: Puglia, Calabria, Campania e Sicilia, nelle ultime quattro posizioni della classifica, registrano valori del tasso di occupazione di circa 35 punti inferiori alla media europea e comunque sensibilmente distanti da quelle del Centro-Nord.
L'elaborazioni Svimez su dati Eurostat e Istat al 2018 fotografano una situazione difficile, ma pensare a una nuova imprenditorialità femminile e a modelli di inserimento o reinserimento delle donne nel mercato del lavoro è possibile. Nel 2018 i programmi finanziati dai fondi strutturali come Resto al Sud, Smart&Start Italia, Selfiemployment e Cultura Crea hanno raggiunto 998 imprese femminili - pari al 36% del totale - concedendo agevolazioni per 38 milioni di euro e investimenti per 67 milioni. Il 95% delle imprenditrici finanziate ha meno di 36 anni e il 91% risiede nel Sud d'Italia e in particolare in Campania, Calabria e Sicilia (dati Invitalia).
Ma accanto ad azioni e incentivi per l'occupazione, è opportuno ripensare l'attuale sistema di welfare che, scaricando essenzialmente sulle donne, ripropone vecchi modelli sociali che frenano il potenziale di conoscenza e competenza delle donne nel sistema produttivo.
 

Torna all'elenco dei Relatori