Torna a forumpa.it

Speakers

Elio Gullo

Gullo

Direttore generale del Dipartimento della funzione pubblica, eÌ stato direttore dell’Ufficio Innovazione e Digitalizzazione (2016-2020), responsabile dei sistemi informativi dell’ENPALS (2006-2012) e della Scuola superiore della pubblica amministrazione (2013-2015).  È attualmente componente del Consiglio direttivo del Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica, della Commissione interministeriale permanente della CIE, del Comitato di indirizzo dell’Agenzia per l'Italia Digitale. Componente per un biennio dell’Unità per la semplificazione e la qualità della regolazione del Dipartimento della funzione pubblica.

Laureato in informatica a Pisa, dopo una breve esperienza nel settore delle telecomunicazioni, ha svolto gran parte della carriera nella pubblica amministrazione. Presso l’INPS (1991-98), ove si eÌ occupato di sistemi self-service per l’erogazione di servizi ai cittadini, quindi fino al 2006 dirigente al Dipartimento della funzione pubblica, dove si eÌ occupato di misurazione dell’eGovernment, gestione documentale, competenze per l’innovazione dei dirigenti pubblici.

Ha coordinato un programma di misurazione delle competenze digitali del personale pubblico (www.competenzedigitali.gov.it) e il supporto alle PA per l’attuazione del FOIA (www.foia.gov.it). Ha contribuito alla stesura della normativa relativa alla digitalizzazione della PA (SPID, CAD, CIE) e, da ultimo, ha collaborato alla stesura della Strategia nazionale dei dati.

 

Questo relatore nel programma congressuale

giovedì, 14 Novembre 2019

14:00
15:00

Competenze digitali, opportunità di sviluppo e occupazione[co.21]

Sala:

Per promuovere un'occupazione sostenibile e di qualità, la Regione Calabria ha approvato nel 2018 un pacchetto di misure per lo sviluppo delle competenze digitali. L’intervento mira a sostenere l'inserimento e il reinserimento nel mercato del lavoro dei giovani disoccupati puntando su servizi per il lavoro innovativi e formazione. La Regione intende così favorire l’acquisizione di competenze da parte dei propri disoccupati più vicine ai fabbisogni dell’economia regionale, alle richieste del mercato del lavoro ed ai processi di innovazione, sviluppo competitivo e riposizionamento delle singole imprese coerentemente a quanto previsto dal paradigma “Industria/Impresa 4.0” e dalla "Strategia regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente”.
 
Obiettivo del seminario è quello di raccontare i punti cardine di un piano che si candida ad essere un vero e proprio un modello esportabile in altri contesti del Mezzogiorno.

Torna all'elenco dei Relatori